mercoledì 5 novembre 2014

"Pensate che inculata se l'araba fenice venisse sotterrata" ed altri 10 aforismi



Le colpe dei padri ricadano sui figli. In particolare se hanno sempre votato DC.

Mi sono svegliato presto per ammirare la magia dell'alba. Voglio indietro i soldi del biglietto.

Mi sono reso conto che né io né la mia ragazza abbiamo foto l'uno dell'altra sul cellulare, ma solo del gatto. Siamo fidanzati con lui.

Se tutti siamo d'accordo, io baratterei l'erezione mattutina con una più utile serale.

La pioggia è uno stato d'animo. Ma aprite lo stesso l'ombrello.

Comunque Ermione, mentre D'Annunzio declamava "La pioggia nel pineto" era sul divano con un plaid e della cioccolata calda.

Prima di rispondere ad un insulto, conta fino a dieci. Scandendo bene ciascun numero con un cazzotto nei denti.

A letto sono un mostro: russo, sbavo e scorreggio.

Il mondo andava meglio quando He-man ci spiegava la morale al termine delle puntate del cartone.

Non mi interessa sapere come uno scoglio riesca ad arginare il mare, ma come faccia un pensionato a trovarsi in fila alle Poste sempre prima di me.

Cordialità, 
Il Triste Mietitore