lunedì 24 novembre 2014

Pace fatta con il tofu


Il primo problema da quando ho iniziato la mia (semi forzata) dieta vegetariana è stato l'assunzione di proteine. Nella carne abbondano, nei clorofilloidi un po' meno. O meglio, sono presenti in abbondanza nei legumi, come fagioli, lenticchie, ceci etc.
Consumare molti legumi presenta tuttavia varie controindicazioni non trascurabili, quali muoversi come un hovercraft, svegliarsi con le lenzuola sul lampadario (ed un pungente odore di periferia di Bombai in camera da letto) o - per le signore - essere protagoniste di scene con la gonna alzata alla Marilyn Monroe con una colonna sonora decisamente poco appropriata.

In effetti esiste un alimento ricco di proteine e privo di questi effetti collaterali - il tofu - ma sinceramente mi faceva schifo. Quello che ho acquistato al discount sapeva di niente, lo zero assoluto del sapore. Concentrandosi si avvertiva solo un leggero retrogusto di sciacquatura di calzini. Vera spugna del gusto, mi risultava impossibile da insaporire: il maledetto rigettava sale, salsa di soia ed altri condimenti, anche in grandi quantità. Secondo me, sfruttando sapientemente queste sue proprietà annullatrici, si poteva con successo usare per togliere le macchie di sugo dalle camicie, pulire le spiagge inquinate dal petrolio, cancellare il buco nell'ozono ed il debito pubblico: tutto fuorché usarlo come pietanza.

Odiavo il tofu ed ho dichiarato questa avversione sin dal mio primo post sulla dieta di questo blog. Post che è stato notato da Marco Bianchi, chef scienziato (così dice lui) e gran figo (così dice la mia ragazza, con non poca gelosia da parte mia), che su Twitter mi è giunto in soccorso suggerendomi una ricetta per vincere l'avversione verso questo alimento ed integrarlo con gusto nella mia dieta.
Il piatto che mi ha suggerito Marco è la parmigiana fredda con crema di tofu e sesamo, che trovate - con tanto di video - a questo indirizzo.
Una ricetta simile a questa crema di tofu, ad onor del vero, mi era stata suggerita da molti di voi nei commenti ai miei articoli sulla dieta vegetariana, e già si avvicinava molto (a giudizio soggettivo del mio palato) a qualcosa di gustoso.
Questa però la supera di gran lunga. Rispetto alla vostra troviamo come ingredienti l'aglio, succo di limone ed acciughe. Quando ho letto "acciughe" una lacrima ha solcato il mio viso. Mi ero fissato talmente nella dieta vegetariana da rinnegare qualsiasi animale: la sera, quando tornavo a casa, accarezzavo le piante invece del gatto.

"Acciuga", una parola così semplice (e sensuale alle mie orecchie) mi ha aperto gli occhi, facendomi vedere il vero scopo della mia dieta: trovare equilibrio fisico (sulla bilancia specialmente) e di salute, non buttarmi in una crociata indiscriminata contro tutte le proteine animali.

Per preparare questa crema in modo degno, ho deciso di comprare del tofu naturale di qualità. Di nuovo grazie ai suggerimenti che mi avete mandato, ho preso un panetto di marca "Fonte della Vita" dalla mia erboristeria di fiducia. Per studiare bene come reagiva ai condimenti (sono diffidente, visti i precedenti) ho anche provato della stessa marca un tofu lavorato, i tofumini alle olive e mi sono sembrati molto gustosi anche con le poche olive che sembravano includere: questo primo approccio mi ha aiutato a dosare bene gli ingredienti della ricetta di Marco in base ai miei gusti. In particolare ho sciacquato con cura le olive (verdi, dato che la ricetta le lasciava a propria discrezione) ed i capperi per evitare che la crema risultasse troppo salata.

Preparare il piatto è stato facilissimo: mi è bastato un banale frullatore per la crema ed un po' d'occhio ad aggiungere la giusta quantità di acqua per ottenere un composto cremoso. Ho dovuto accendere i fornelli solo per il tempo necessario a grigliare le melanzane ed in pochi minuti ero già pronto ad assemblare il piatto. In totale ci avrò messo neppure 20 minuti, 25 perché mi sono divertito un po' a decorarlo con i semi.



Il risultato è stato decisamente soddisfacente: la crema - grazie ai sapori forti delle acciughe e dell'aglio - è davvero gustosa e saporita e si sposa benissimo con le melanzane (di cui sono ghiotto). Inoltre, non dovendo trafficare troppo con i fornelli, è qualcosa che posso preparare velocemente. Se devo essere critico ha un solo difetto: è un piatto per lo più estivo.
Marco, mi passi anche la ricetta di un piatto caldo sempre a base di tofu?

Cordialità,
Il Triste Mietitore